Menu
ACCEDI
REGISTRATI
Cerca

Ferrai 458 Spider

Presentata nel 2009 al 63° Salone dell’Auto di Francoforte la Ferrari 458 ha segnato un punto di svolta per la casa del cavallino.
Dal punto di vista stilistico l’auro è stata radicalmente modificata rispetto la precedente Ferrari F430 introducendo importanti modifiche aerodinamiche, segnando poi la strada per i successivi modelli della casa di Maranello come la Ferrari 488.

STILE

La Ferrari 458 si discosta completamente dal modello che l’ha preceduta la F430, infatti grazie all’impiego della galleria del vento sono state introdotte numerosi soluzioni aerodinamiche che ne hanno migliorato le prestazioni e l’estetica, come le alette presenti sul paraurti anteriore che all’aumentare della velocità riducono la resistenza aerodinamica, oppure come le prese d’aria poste vicino ai fari anteriori che consentono il raffreddamento dei freni.
A prima vista l’auto appare immediatamente aggressiva le linee sono affusolate ma lasciano comunque intravedere i muscoli, i fari anteriori allungati e squadrati le conferiscono carattere, i terminali di scarico sono invece un tributo al passato, richiamo dei tre terminali dell’F40.

Anche all’interno dell’abitacolo sono state introdotte importanti modifiche.
La prima cosa che colpisce salendo a bordo di una Ferrari 458 è sicuramente la plancia comandi interamente rivolta verso il conducente, non è presente sulla console centrale per l’infotainment poiché spostata nel cruscotto.
Concentrandosi proprio sul cruscotto si nota come tutti gli indicatori analogici siano stati “sacrificati” a favore di un contagiri analogico centrale e di due schermi lcd uno a destra per l’infotainment e uno a sinistra per le informazioni sulla vettura come livello carburante temperatura olio e altre informazioni configurabili.

MOTORIZZAZIONI

La Ferrari 458 è dotata di un motore V8 posteriore centrale 4.5 di cilindrata con 570 cavalli, un cambio F1 doppia frizione a 7 marce e impianto frenante brembo in grado di fermare l’auto in 32,5 metri a 100 km/h.
Il suo tempo da 0 a 100 è di 3,4 secondi per una velocità massima dichiarata di 325 km/h.

VERSIONI SPECIALI

La 458 italia è disponibile in due versioni, berlinetta e spider.
La spider è dotata di un tetto rigido pieghevole che una volta aperto lascia spazio alle due pinne che fungono da roll-bar elemento distintivo di questa versione; le prestazioni invece restano invariate tra i due modelli.
Ferrari ha poi deciso di produrre una versione ad alte prestazioni, la 458 speciale disponibile nelle versioni berlinetta e spider chiamata 458 speciale A ovvero “aperta”.

In questo caso le differenze ci sono, ufficializzata nel 2013 e designata ad erede della F430 scuderia la 458 speciale porta i cavalli da 570 a 605 mentre il peso si riduce di 90 kg, numerose sono le migliorie aerodinamiche introdotte rispetto la 458 italia come l’aerodinamica attiva inserita nel paraurti anteriore, le modifiche alle minigonne e la presa d’aria inserita sul cofano.
Queste modifiche hanno consentito all’auto di migliorare nettamente le prestazioni portando l’accelerazione 0-100 a 3 secondi netti.
Gli scarichi sono stati modificati e portati a 2 configurati come nella F430 scuderia.

LA NOSTRA PROVA

Per la prova su strada la nostra redazione ha scelto la Ferrari 458 spider.

Esternamente questa purosangue emoziona, sicuramente la azienda di design Pininfarina ha compiuto un lavoro straordinario che ha portato a una rivoluzione negli stilemi della casa di Maranello.
L’auto appare immediatamente aggressiva grazie alle linee muscolose, ai fari allungati e alla generosa presa d’aria del paraurti che integra l’aerodinamica attiva; inoltre caratteristica distintiva della versione spider sono le due pinne posteriori che fanno la loro comparsa una volta chiuso il tetto rigido.

Sul posteriore oltre alle due grandi prese d’aria del motore colpisce lo scarico a tre uscite eil grande estrattore d’aria.
Una volta entrati all’interno dell’auto ci si accorge della cura riservata nella realizzazione degli interni sia dal punto di vista estetico sia da quello puramente funzionale.
Tutta la strumentazione dell’abitacolo è rivolta al conducente, lo stile è minimale ma la dotazione è completa; sul volante troviamo, oltre al pulsante di start e al selettore della modalità di guida, anche il pulsante per la regolazione delle sospensioni, i comandi degli indicatori di direzione e i comandi dei tergicristalli, ma il vero elemento distintivo è l’indicatore led del fuorigiri posto sulla parte superiore del volante.
L’unica nota negativa che troviamo nella curatissima realizzazione dell’abitacolo riguarda i paddle del cambio, infatti essendo collegati allo sterzo e non al piantone questi girano mentre si gira il volante rendendo complicato il cambio marcia.

Una volta premuto il tasto start iniziano le emozioni “quelle vere”, il sound di questo V8 aspirato è incredibile e lascia immediatamente presagire la potenza che è pronto a erogare.
Su strada la Ferrari 458 si rivela una vera e propria auto da corsa, l’accelerazione toglie il fiato mentre il motore invade l’abitacolo con il suo suono pieno, il cambio è preciso e immediato e l’esperienza generale è fantastica.
Certo non si tratta di un auto alla portata di tutti sia per il prezzo sia per la potenza che quest’auto è in grado di sprigionare.

VALUTAZIONI

STILE: 10/10

COMFORT ABITACOLO: 7/10

GUIDA: 9/10

CONSUMI: 6/10